Complici

Milano.   Ore 8.20 di un venerdì di sciopero dei trasporti. Praticamente l’ultimo varco prima della paralisi (che poi non ci sarà) degli spostamenti urbani. Il metrò è strapieno, ma tutti sono eroicamente fieri di essere a bordo. “Ce l’abbiamo fatta!” sembrano dire gli sguardi di tutti i presenti.  Io sono in piedi, abbarbicato ai […]