Essai

“Guarda dobbiamo solo decidere perché ci sono tantissime cose belle da vedere…. Esatto quello! Ma sei sicura? Secondo me si chiama “Le otto pecore”! Pare sia davvero bello. Emozionante. Comunque quello che ti devo consigliare è un film in cui dio è….non è dio… adesso non ti so spiegare di preciso. Comunque una cosa strana. […]

Nemici

A Milano sabato si inaugura l’ultima fermata della M5, detta, con sadismo LA LILLA (provate a pronunciarla velocemente e a ripetizione: sembrerete anche voi degli ebeti…) Ed ecco, dopo anni di lavori e massicci investimenti, un commento particolarmente calzante. (e ha pure un like!!!!) Io questi soggetti li considero miei nemici. Scritto con WordPress per […]

Solo in Agosto

Oggi non vi riporto nessun FIFM. Ma quello che si vede in foto è qualcosa di straordinario. A memoria, in anni di metropolitana, non mi era mai successo quello che ho provato stamattina. Quando hai un rapporto così quotidiano con i treni e le stazioni del metrò hai la perfetta percezione di ogni differenza modifichi […]

In Piscina

Oggi il FIFM è stato molto complesso. Di fronte avevamo una macchina da guerra. L’auricolare la isolava abbastanza da indurla a gridare come un’aquila isterica. Intorno a lei la gente cambiava posto appena poteva…. Poi la frequenza: migliaia di parole al secondo mi mettono nella spiacevole situazione di riportarvi solo un riassunto. La R moscia […]

La Paola

“Tanto lo hai visto come è andata a finire. Ormai deve difendere la sua scelta anche a costo di difendere l’indifendibile. Però, Anna, dai! La Paola è una persona intelligente, suo marito è una persona intelligente e tutti stravedevano per me. Capisci? Adesso mi danno contro. Ti rendi conto che basta che fai una cosa […]

Perfetto.

Perfetto. Adesso apri Chrome. Quello colorato si. Perfetto. Si. Adesso aspetta un minuto. Perfetto. Adesso si apre una pagina. Si è aperta? Perfetto. Nella pagina c’è uno spazio. Lo vedi? Perfetto. Lì scrivi “Il mio Caaf”. Si. Quello che devi scrivere dopo lo sai. Perfetto. Non c’è problema. Chiamami quando vuoi.

Lenti

Perchè non farsi raggiungere in ogni secondo da chiamate di lavoro farebbe alla fin fine parte del “vivere con lentezza”. E che a Milano queste telefonate siano tante, troppe e moleste non lo penso solo io. Basta vedere questo articolo Adesso, temporale incombente permettendo, torno a casa con una certa lentezza.

Subway

Sul finire di questo mese che è volato via velocemente, una constatazione sociologica la devo fare. A New York City, in Metropolitana, il cellulare non prende. (almeno nelle linee che ho preso io…) C’è il wifi, là sotto. Ma non si telefona a nessuno. Non si sbraita (a meno che tu non stia litigando DAL […]